Bianca Brotto

Diffondiamo Bellezza

  • Home
    Home This is where you can find all the blog posts throughout the site.
  • Tags
    Tags Displays a list of tags that have been used in the blog.
  • Bloggers
    Bloggers Search for your favorite blogger from this site.

ARRENDERSI A QUEL CHE COMUNQUE ARRIVA

Posted by on in DIFFONDERE IL BENE
  • Font size: Larger Smaller
  • Hits: 703
  • 0 Comments
  • Subscribe to this entry
  • Print

L’ho incontrata all’ombra di una quercia spogliata di tutte le foglie e pronta a rinascere, Anna. La sua voce sottile mi ha raccontato una storia. A volte fra sconosciuti le parole scivolano più facilmente e sorprendono per le intimità che svelano.

«Non l’ho mai fatto, sai, di starmene ai piedi di un albero senza fare niente - ha esordito Anna - Non faceva per me, non ne avevo il tempo. Avevo obiettivi da raggiungere, aerei da prendere, amici da frequentare e un lavoro impegnativo.

Ero super organizzata, tutto si incastrava e, solo adesso che osservo il film, mi accorgo di aver viaggiato a bordo di un treno dall’interno del quale vedevo il tempo correre, mentre io restavo ferma nello stesso punto, il punto di chi, nel tentativo di controllare la propria vita, non la vive.

Mentre la galoppata con i paraocchi procedeva, capitava che mia nonna mi dicesse: “Pensa di meno e affidati di più, dì semplicemente ‘Sia fatta la Tua Volontà’”, ma erano litanie d’altri tempi che, oltre a non comprendere, evocavano in me una quotidianità piatta con il rischio di un gran finale in croce.

E poi la vita era mia, come miei erano i sogni da realizzare e quel che contava era la mia determinazione fatta di responsabilità, attenzione verso il prossimo e sana spensieratezza».

Nella vita di Anna tutto funzionò a ritmo serrato fino all’alba di un giovedì; quel giorno la donna stava procedendo a bordo del vagone che conteneva tutti i suoi programmi, senza porsi troppe domande sulla destinazione finale del convoglio, quando l’ultima fermata la sorprese con una violenta inchiodata e lei si ritrovò sbalzata a terra, rotta fuori e dentro, piena di botte e senza più paraocchi addosso. Fine corsa.

Rimase a lungo stordita e addolorata a curarsi le ferite, poi transitò nel tunnel della rabbia, infine smise di ribellarsi e, in quel momento, sorrise.

Non aveva dimenticato né risolto alcunché ma, di colpo, aveva smesso di combattere-condurre-controllare e, per un infinito istante, si era ritrovata a contemplare con sguardo fermo la realtà, e ad accettarla.

Scoprì anni dopo di aver fatto esperienza del “qui e ora” sfiorando altresì la grazia del «Sia fatta la Tua volontà» predicata dall’amata nonnina, e guardò con tenerezza la sua armatura da condottiera che, per timore di croci e vita piatta, le aveva per anni impedito di abbandonarsi fiduciosa alla Volontà della Vita, che porta sempre e solo amore.

Anna oggi continua a lavorare e a seguire i suoi interessi, ma con una diversa modalità; si è arresa a quel che comunque arriva, non si identifica né con i successi, né con i fallimenti, ma tratta entrambi come semplici accadimenti protagonisti del tempo presente.

Non regala più energie ai rancori passati e alle incertezze future e, ogni tanto, si sdraia sull’erba e lascia che i colori del cielo si fondino con quelli della terra, nell’inseparabile anelito della Vita di mostrarle che le volontà personali sono solo travestimenti, mentre la reale Volontà è una sola e la si riconosce perché contiene la ricetta della gioia.

Il risultato della rinascita primaverile di Anna è la pace che la pervade e che si respira accanto al suo immenso sguardo azzurro, chiarificato dalla vita.

 
#10aprile2021
#GiornaleDiBrescia

0

Amo la vita, sempre, anche quando non la capisco, anche quando soffro, ancor di più quando esplodo di gioia; trovo sia un’avventura straordinaria che si rinnova ogni giorno, al sorgere del sole.


Suono di rado, ma con amore, il pianoforte e canto mentre guido. Non ho tempo per le frequentazioni sterili, ma non guardo l’orologio quando un amico ha bisogno di me; l’amicizia è un dono meraviglioso e mi ha salvato la vita.

Mi piace leggere, lasciarmi rapire dai notturni di Chopin e riempirmi con un bel film.


Adoro il fuoco, la fiamma viva, il calore che mi trasmette. Amo viaggiare e vivere le emozioni della natura, dell’arte e degli incontri inattesi. Quando posso fuggo all’isola d’Elba dove, nell’incedere lento e potente del mare, mi rigenero.



Non mi annoio mai, trovo che il semplice esistere nel presente sia entusiasmante.

Comments

  • No comments made yet. Be the first to submit a comment

Leave your comment

Guest
Guest Friday, 24 September 2021